Emanuele Macaluso e le ragioni del socialismo

«Emanuele Macaluso è stato un gigante della politica del Secondo Risorgimento dell’Italia repubblicana. Quando cade un gigante non c’è spazio per pianti e preghiere. C’è solo il tempo per un giuramento di fedeltà all’impegno offerto con generosità e intelligenza alla grande causa delle ragioni del socialismo».

Le parole più belle su Emanuele Macaluso le ha pronunciate Rino Formica.Il compagno Macaluso è stato un gigante, un comunista intelligente e dialettico, un migliorista e un riformista senza alcuna retorica  nella coscienza e nel cuore.

Un padre nobile del Novecento che non ha mai smesso di fare le sue battaglie politiche.

Uno dei pochi comunisti illuminati con una grande passione per il riformismo con cui non smise mai di dialogare, anzi lui ha sempre lavorato con le sue idee per cercare sempre un dialogo tra il comunismo e il riformismo.

Emanuele Macaluso da comunista ha sempre compreso la grandezza e l’attualità delle ragioni del socialismo riformista.

Dal 1989 la sua idea si colloca stabilmente nel campo del socialismo europeo, critica successivamente la nascita del Pd, ritenendola una fusione fredda, una svolta senza revisione.

In quegli anni fonda Le ragioni del socialismo, una rivista di cultura e approfondimento politico, un luogo in cui si cerca l’evoluzione della sinistra nella sua tradizione.

Essere di sinistra per Macaluso significa coniugare riformismo e popolo. Lui era convinto che per realizzare una sinistra all’altezza dei tempi c’era assolutamente bisogno di un pensiero riformista e di mettere al centro del dibattitto la questione socialista.

Uno spirito libero dalla mente aperta, grande giornalista e un lucido uomo politico, un riformista da sempre e per sempre dalle idee sempre nuove e originali

Con lui se ne va un grande protagonista della storia della Repubblica, un gigante come ha giustamente detto Rino Formica.

Un uomo di sinistra senza se e senza ma.

«Essere di sinistra ha avuto un senso perché ha migliorato la vita a milioni e milioni di persone. Ne è valsa la pena». Queste le sue ultime parole pronunciate appena qualche mese fa.

Quasi un testamento lasciato in eredità alla sinistra di oggi che rischia di non capire il senso delle lotte.

Nicola Vacca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...