Pasolini nella religione del nostro tempo

Il prossimo anno si festeggia il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Lo scrittore nasce a Bologna il 5 marzo del 1922. Nel 1942, a causa della guerra si rifugia nel paese materno in Friuli, a Casarsa. Nello stesso anno esce Poesie a Casarsa, il suo primo libro.

L’eredità di Pasolini è senza ombra di dubbio la sua opera e si dovrebbe ricordare lo scrittore parlando dei suoi scritti, evitando fiumi di retorica e dietrologia.

Garzanti recentemente ripropone in due volumi i libri di Pier Paolo Pasolini.  Pasolini. Le grandi poesie (pagine 654, € 20,00) e Pasolini. I grandi interventi civili (pagine 752, € 20,00).

Pasolini poeta e Pasolini scrittore di coscienza e polemista civile. I due volti dello scrittore che ancora oggi hanno qualcosa da dire.

Il primo volume comprende Le ceneri di Gramsci, La religione del mio tempo, Poesia in forma di rosa, Trasumanar e organizzar.

Nel corso della sua vita l’attività poetica costituirà una costante e porterà alla pubblicazione di alcuni testi importanti della letteratura italiana del Novecento.

Come poeta, soprattutto come poeta, Pier Paolo Pasolini è uno scrittore che ha superato la prova del suo tempo.

Come poeta, ancora prima che come polemista, Pasolini testimonia lo scandalo, (come egli stesso scriverà ne L’usignolo della Chiesa Cattolica).  Coglie con i versi le contraddizioni della società. Usa diverse forme espressive (dalle terzine dantesche in Le ceneri di Gramsci, all’ autobiografia in Poesia in forma di rosa, passando per l’epigramma ne La religione del mio tempo) per mettere in risalto la sua passione di civile di scrittore di coscienza.

La poesia di Pasolini ancora oggi urla e lacera, disturba e ci dice soprattutto quello che non vogliamo sentire. È un’eresia che accarezza sempre il vero, un vero così scomodo davanti al quale chiudiamo gli occhi della nostra coscienza.

«Poeti non ce ne sono tanti nel mondo, – disse Alberto Moravia ai funerali di Pasolini –  ne nascono tre o quattro soltanto in un secolo. Quando sarà finito questo secolo, Pasolini sarà tra i pochissimi che conteranno come poeta. Il poeta dovrebbe essere sacro».

Il Novecento è finito, nel nuovo millennio la poesia di Pasolini è ancora qui tutta da leggere e da meditare. Pochi poeti hanno saputo ferire un secolo.

Pasolini. I grandi interventi civili contiene Il caos, Scritti corsari e Lettere Luterane, i tre libri in cui lo scrittore va controcorrente e con duce la sua battaglia di verità usando come arma la polemica contro la corruzione, il conformismo, il consumismo e l’omologazione culturale.

Pasolini nei suoi interventi politici e civili si avvale della libertà di dire tutto, con una libertà di parola eccessiva e sfrenata egli si avvale del diritto –dovere di dire la verità.

La parreṡìa per Pasolini è una virtù civile, trasparente, luminosa, modesta e priva di cerimonie – in una parola, socratica – che purga gli ascessi della civile società.

Le sue critiche radicali all’edonismo della società consumistica, gli affondi micidiali sull’ambiguità del potere e sulla violenza della storia, ancora oggi hanno terreno fertile nel disordine mondiale del nuovo secolo.

«Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mete insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero».

Ecco chi è Pasolini secondo Pasolini, ecco cosa dovrebbe fare un intellettuale. Oggi che il potere è più anarchico di ieri, e fa ogni giorno quello che vuole, dovremmo prestare più attenzione allo stato di vigilanza di uno scrittore di coscienza come Pier Paolo Pasolini.

Nicola Vacca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...