Tutto il mondo nelle pagine di un racconto

Testardo, come un frigorifero  è la prima prova letteraria di Marco Lozito, scrittore pugliese nato il 1975.

Si tratta di un racconto lungo, un opera visionaria e surreale con un’infinità di intuizioni.

Fantasia ne ha molta Marco nell’inventare questa storia che ha per protagonisti Gianni e il suo cane Zac e un mondo che dopo un terremoto subisce una sorte quasi apocalittica.

Scritto e pensato dal suo autore come una parabola esistenziale dai risvolti calviniani, i due protagonisti si trovano dopo il terremoto prigionieri di un mondo altro. Fuori c’è il mondo ordinario e subito si attivano i soccorsi per liberare il padrone e il suo cane.

La realtà è impazzita e il mondo è strano, strani sono anche tutti i personaggi di questo piccolo libro che racconta in chiave metaforica e allegorica l’esperienza dell’uomo sulla terra.

Gianni è il paradigma dell’uomo prigioniero del suo pianeta e l’autore si avvale di una prospettiva fantastica per raccontare con il dono egregio della brevità il mondo di cui noi facciamo parte con tutte le sue fatali contraddizioni.

Testardo, come un frigorifero è un racconto lungo che può leggersi come un apologo della condizione umana, una favola allegorica con i suoi simboli tutti da decifrare.

Gianni durante i giorni di prigionia nel nuovo mondo che è nato dal terremoto tiene un diario e mentre scrive si accorge che il suo stato di costrizione lo aiuta a riflettere di più.

«Sepolto sotto quelle macerie viveva senza tutto quello che al di fuori della Grande Montagna appariva necessario, utile e vitale. E proprio sotto la Grande Montagna la sua mente aveva iniziato a viaggiare, a riflettere, a scomporre, a percorrere nuovi sentieri, ad arrivare a nuove conclusioni».

Un cambiamento avviene nella coscienza di Gianni, nulla sarà come prima, ma fuori la realtà continua a impazzire.

Sono troppi gli interrogativi che il finale aperto lascia sospesi. Lo scrittore in proposito stringe un patto con il lettore. Il resto è letteratura di mondi infiniti.

Nicola Vacca

(Marco Lozito, Testardo, come un frigorifero, edizioni fogliodivia, pagine 70, € 10,00)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...