La giustizia negata

IL SEGRETO DI LUCA – IGNAZIO SILONE

“Giustizia ritardata è giustizia negata” così recitava il filosofo Montesquieu nel 1700.

Mai frase fu più vera di questa e si sa che il ritardo della giustizia non può ripagare, in alcun modo nessuna sofferenza e non può restituire alla persona un bene prezioso e supremo come la libertà.

Il cuore del libro “Il segreto di Luca” è tutto morale, in esso emerge tutta l’ipocrisia e la codardia della gente che preferisce il pregiudizio e ignorare la verità. E poi è risaputo che è molto più comodo tacere e far finta di nulla piuttosto che dire la verità!

La storia è ambientata in Abruzzo a Cisterna dei Marsi, dove Luca Sabatini, un uomo innocente, condannato all’ergastolo per omicidio ritorna al suo paese natale. Dopo quarant’anni di carcere il vero colpevole, un uomo di Perticara in punta di morte, confessa dichiarando la verità rivelando degli indizi che scagionano il povero uomo.

Così Luca ritorna al suo paese e questo evento per i suoi abitanti  suscita il timore di un’eventuale vendetta

Era tutto cambiato a Cisterna,  le vie, la casa non erano più le stesse dopo i bombardamenti della guerra e i forti terremoti…

“Egli camminava in mezzo alla via. … Sembrava uno spettro, un’anima in pena.”

Ora Luca si ritrova ad affrontare un’altra condanna, forse la più difficile; una condanna sociale e morale. Una condanna intrisa di ipocrisia e di pregiudizi.

Non c’è nessuno che lo attende al suo ritorno perché nessuno gli ha mai perdonato il tentativo di non difendersi da questa sentenza iniqua.

Solo Andrea Cipriani, un semplice maestro di scuola, ma di carattere scontroso e difficile, antifascista e capo partigiano prova interesse per lui, lo aspetta, lo accoglie, ci colloquia e cerca di scoprire la verità. Egli si reca da Luca che lo ospita nella sua umile dimora e gli versa del vino in una tazzina: “Bevi, conosci anche tu il piacere del primo bicchiere di vino paesano quando si esce dal carcere? E che emozione potere riaccendere di nuovo il fuoco con le proprie mani”.

Andrea sin dall’ infanzia segue Luca, conosce la madre Teresa e diventano amici, l’aiutava a  scrivere le lettere al figlio in carcere. Andrea racconta a Luca che sua madre “pareva un’addolorata alla quale hanno tolto il figlio… La sua vita, si può dire, si era fermata al giorno della sua condanna.”

A Perticara, paese confinante con Cisterna, Andrea grazie a Gelsomina raccoglie delle informazioni utili per ricostruire la storia di Luca. Quest’ultimo era fidanzato con Lauretta, ma si era innamorato di Ortensia, una donna impegnata, e dopo aver confessato la verità alla fidanzata pensa di suicidarsi, ma questo desiderio non si realizzò perché quella notte stessa fu catturato dai carabinieri a causa di un omicidio.

“L’arresto era stata una scappatoia fortunata, al posto del suicidio. Che potevo fare contro il destino, se non lasciare che si compisse?”

Luca scelse di non difendersi per non offendere la donna che amava più della sua stessa vita.

“È sempre così l’amore? Mio Dio, mio Dio, non riconoscevo più la creazione. Sentivo il cielo nel cuore. Era come se dalla testa mi sprizzassero centinaia di stelle. La felicità era penetrata nel mio essere e vi aveva suscitato una luce che ignoravo. Tutta la terra girava attorno a noi due come una trottola.”

Così Luca scelse l’ergastolo che è peggio della morte. Essa dura un istante, ma questa condanna dura una vita.

Nel libro c’è tanta bellezza, commozione e coinvolgimento emotivo, tenerezza, umiltà dei personaggi, sete di giustizia, ma anche la mala giustizia e i suoi errori imperdonabili. E poi c’è l’Amore e la sua tutela, quello per cui vale la pena vivere.

Buona lettura.

Rosa Angela Papa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...