Il prevalente cretino contemporaneo

COP_Best Sellers_GRANDI-Fruttero.indd

Benché la «rispettabile se non esauriente trilogia del cretino» scritta  da Fruttero&Lucentini risalga a anni lontani, il tema continua a essere di scottante attualità.

Il cretino  è il volume che raccoglie La prevalenza del cretino (1985), La manutenzione del sorriso (1988) e Il ritorno del cretino (1992)

In giorni come questi ci accorgiamo che i cretini non passano mai di modo, anzi  è una specie subumana  in netta espansione.

Leggere oggi le pagine di Fruttero &Lucentini suscita in noi sentimenti contrastanti

I due scrittori sono stati profetici nell’aver prefigurato con notevole anticipo il cretino del terzo millennio. E soprattutto ci dicono che sull’argomento cretino ci sarà sempre da scrivere.

Con sarcasmo e ironia hanno individuato tutte le demenze e le nefandezze della bêtise di ieri e di oggi.

Il cretino è sempre un cretino, ieri come oggi. Il cretino è imperturbabile, la sua forza vincente sta nel fatto di non sapere di essere tale, di non vedersi né mai dubitare di sé.

In questo libro troviamo tutte le categorie dei cretini. IA due autori, sorridendo con quell’ironia davvero intelligente, sono riusciti a classificarli tutti.

Il cretino nella scuola, il cretino in viaggio e in vacanza, il cretino intellettuale, il cretino televisivo e mass –medianico, il cretino in politica.

Ma in ogni capitolo troveremo il più pericoloso dei cretini, il cretino di tutti i giorni che si sveglia al mattino per fare il cretino fino a notte inoltrata.

Al prevalente cretino contemporaneo, quello con cui ogni giorno abbiamo a che fare, Carlo Fruttero e Franco Lucentini dedicano le pagine più interessanti della loro imperdibile e sorridente trilogia.

Il cretino è nell’aria che tira.  Il cretino che avanza prosegue la sua marcia inarrestabile. Oggi è facile incontrare più cretini che persone intelligenti. Il cretinismo è un modo di essere che ogni giorno incontra nuovi adepti: è più comodo essere cretini massificati che dimostrare di avere un cervello.

«Sconfiggerlo è ovviamente impossibile. Odiarlo è inutile”. Hanno perfettamente ragione Fruttero&Lucentini

Il cretino è lo spirito dei tempi di questo nuovo mondo globalizzato e omologato. Fruttero & Lucentini molti anni fa sono stati profetici quando insieme hanno scritto: «alla folla bisogna offrire feste numerose, perché gli imbecilli amano i rumori e la folla è fatta di imbecilli».

Nella testimonianza stoicamente ilare dei due scrittori sulla prevalenza del cretino troviamo infinite ragioni per sorridere.

Dalla manutenzione dei nostri sorrisi, suggerita dalla straordinaria intelligenza di Fruttero & Lucentini, tenendo oggi in mano la loro rispettabile e non esauriente trilogia sull’argomento cretino, prendiamo atto che il cretino sarà sempre e per sempre l’oppio dei popoli. Mai replicare alle affermazioni di un cretino. Si corre il rischio di diventare cretini.

E come scriveva Leo Longanesi: «Non disturbate il cretino che lavora!».

Un pensiero su “Il prevalente cretino contemporaneo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...