Roland Barthes il genio

album_1_rosso

Roland Barthes è stato uno dei più influenti intellettuali francesi della seconda metà del Novecento. Saggista, critico letterario, ma soprattutto linguista. Esempio di studioso onnicomprensivo, Barthes viene ancora oggi considerato fra i maggiori esponenti dello strutturalismo.

L’autore dei  Miti d’oggi  da intellettuale contro- tempo  ha attraversato la vita politico- culturale europea degli anni ‘70 -80 facendo della ricerca linguistica uno strumento di abiura del potere, di quell’Onnipotere ideologico- religioso-economico e,  in ultima analisi, linguistico, che impedisce il reale godimento della vita.

Barthes un intellettuale che rompe gli schemi  e coraggiosamente, nel suo libro più noto,  afferma la validità dell’inattualità del discorso amoroso nel tempo delle tendenze omologatrici. Quando un discorso viene dalla sua propria forza, trascinato in questo modo nella deriva dell’inattuale, espulso da ogni forma di gregarietà, non gli resta altro che essere il luogo, non importa quanto esiguo, di un’affermazione.

L’universo Roland Barthes è ancora tutto da esplorare, il suo pensiero è uno dei pochi oggi a offrire intuizioni per leggere e vivere questa nostra assurda contemporaneità.

In occasione del centenario della sua scomparsa le Éditions du Seuil pubblica nel 2015  Album, un volume di 490 pagine che contiene inediti, lettere e altri scritti del semiologo francese.

Il Saggiatore con lo stesso titolo lo ha editato nella nostra lingua nell’impeccabile traduzione di Deborah  Borca.

Album è l’opera che racchiude e unifica tutto il corso della vita e del pensiero di Roland Barthes.

Materiale inedito di altissimo valore in cui spiccano gli scambi epistolari  con gli scrittori del suo tempo ( René Char, Jacques Derrida, Georges Perec, Julia  Kristeva. Giusto per citarne alcuni).

In Album c’è proprio tutto Barthes: lo scrittore, il critico letterario, l’esperto di teatro, il sociologo e il semiologo.

Questo libro è il definitivo omaggio a una delle figure più problematiche e necessarie del Novecento, il cui pensiero non smette di affascinare.

I sei grandi insiemi in cui è organizzato il volume rappresentano una cartografia esaustiva non solo del pensiero e dell’opera di Roland Barthes.Interessanti anche gli scritti che fanno riferimento alla sua vicenda esistenziale.

«Bisogna tenere conto – scrive Éric Marty nella prefazione – peraltro che  Barthes è forse uno degli ultimi autori in grado di produrre una corrispondenza postuma, visto che l’atto di scrivere, dopo la sua morte, e la progressiva scomparsa delle lettere hanno reso la pratica epistolare un gesto del passato».

Ed è proprio la sezione dedicata ai carteggi epistolari che ci restituisce il tempo ritrovato dello scrivere di Roland Barthes.

Dal Grado zero della scrittura a Frammenti di un discorso amoroso, passando a scritti inediti, lettere e altre intuizioni mai lette finora, Album rende omaggio all’inattualità lungimirante di uno scrittore unico come Roland Barthes che non smetteremo mai di leggere, di studiare, di amare.

Nicola Vacca

(Roland Barthes, Album.Inediti, lettere ed altri scritti. Il Saggiatore, pagine 489. euro 35)

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...