Nel liquido del nostro scontento

bauman-aleksandra-kania_980x571

Zygmunt Bauman è stato definito come il più acuto studioso della società postmoderna.

La  grandezza del suo pensiero è legata al concetto  della «società liquida» (in cui l’individuo è sempre più costretto ad adeguarsi ai comportamenti dei gruppi per non sentirsi escluso)

Bauman come pochi in questi anni è riuscito a interpretare con le sue riflessioni le angosce dell’uomo contemporaneo.

Il sociologo ha spiegato la deriva globale della nostra società in maniera precisa individuando appunto nel concetto di «liquido» lo sgretolarsi di qualsiasi punto fermo del esistere culturale, economico e sociale e l’avanzare di una pericolosa involuzione in cui tutto il genere umano rischia di scomparire.   «Vita liquida e modernità liquida sono profondamente connesse tra loro. … Il carattere liquido della vita e quello della società si alimentano e si rafforzano a vicenda. La vita liquida, come la società liquido-moderna non è in grado di conservare la propria forma o di tenersi in rotta a lungo». (Vita liquida, Introduzione, pag. VII).

Adesso che il nostro stile di vita è diventato liquido (del tutto liquido) e  Bauman da tempo, da molto tempo, con le sue riflessioni ha suonato l’allarme sull’avvento di  forme poco umane di distruzione nel nostro modo di vivere quotidiano, dovremmo forse  aprire gli occhi e capire se esiste  un modo di salvarsi.

Per Bauman la nostra società corre rapidamente verso la distruzione. Tutto si è logorato con l’avvento della globalizzazione: i rapporti interpersonali sono inesistenti e le relazioni umane sono diventate social. Tutto è inautenticoAbbiamo assistito alla fine delle istituzioni (partiti, famiglia, scuola) e il consumismo è diventato il leitmotiv delle nostre vite vuote che corrono verso quel nulla liquido.

Bauman è un pensatore che ci mette in guardia contro questa grande deriva. Come pochi ne ha affrontato il dramma e i pericoli con una puntualità lucida che non lascia alcuna via di scampo.

Tutto è diventato liquido, pericolosamente liquido, e persino l’amore combatte quotidianamente con la fragilità dei suoi legami affettivi,e la società liquida in cui siamo costretti a vivere come in una gabbia in cui ognuno di noi è individualista sfrenato nemico giurato dell’altro. Questa è la modernità liquida descritta da Bauman.

La modernità liquida, per dirla con le parole del sociologo polacco, è «la convinzione che il cambiamento è l’unica cosa  permanente e che l’incertezza è l’unica certezza». Allora, diamoci da fare, e non ci arrendiamo. Se dovessimo definitivamente annegare nella fluidità moderna (in cui tutto tende  a scomparire) nella quale siamo precipitati sarebbe tragicamente la fine di ogni cosa .

Nicola Vacca

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...