Omissioni e memoria corta di una cadaverica Europa

b.jpg

Non diamo sfogo al pietismo perché come ha scritto Nicola Vacca pochi istanti dopo la notizia degli attentati di Bruxelles del 22 marzo 2016, «Sono morti poveri Cristi in nome di un dio cieco e violento. Nessun cristo risorgerà, nessun cristo è risorto». E la stessa Europa, dominatrice, speculatrice, portatrice di un nulla travestito da civiltà, giorno dopo giorno muore da quel così lontano così vicino 11 settembre 2001.

La martoriata Europa, creatura greco-romana, pagana e giammai cattolica se non per opera di una conversione forzata inflitta tramite la spada e l’acqua santa, è oggi schiava dei mormoni, dei quaccheri e dei calvinisti d’America che attraverso la predestinazione e l’egocentrismo hanno dato il colpo mortale alla culla di tutte le disquisizioni filosofiche, artistiche e letterarie.

Ma oggi le malattie che stanno distruggendo noi idioti europei sono le omissioni e le dimenticanze. Non ricordare il nostro selvaggio imperialismo, confondere la parola progresso con capitalismo cannibalico, trasformarci in soldati di Facebook e da What’s App… questi sono i nostri mali e in loro risiedono tutte le nostre colpe.

Come disse in una trasmissione televisiva il filosofo Massimo Cacciari, Noi non sappiamo più fare la guerra, siamo rammolliti. E mi permetto di aggiungere che siamo diventati stupidi, ignoranti e arroganti. Abbiamo dimenticato come ci si difende e non siamo più patria di alti concetti ma di misere teorie economiche e finanziarie. Non abbiamo più amore per la parola, per la storia, per l’arte, per la poesia. Abbiamo ripudiato la guerra ma non abbiamo costruito né diplomazia, né capacità intermediarie, né fascinazione verso il nostro pensiero. Tant’è che abbiamo eliminato la guerra solo nei nostri confini e l’abbiamo portata in casa di altri, perché laddove non sappiamo dialogare, complottiamo la morte, pisciando allegramente sui cadaveri dei nemici. Oggi chiamiamo civiltà la nostra indifferenza.

E qualcuno dirà Cosa c’entra tutto questo con il fondamentalismo islamico? Sei solo un comunista-marxista-ateo-nazimao-micio-micio-bau-bau-da-tastiera.

Mi permetto di dire che vedo in questa guerra uno scontro tra imperi, tra civiltà che lottano per il primato. L’Europa però non è tra questi, anzi, deve morire e sparire questo mondo millenario che va dagli Urali a Gibilterra. Solo Albione dovrà rimanere come avamposto di quei mediocri Usa e getta che ci hanno coinvolto in una guerra non nostra, contro i seguaci del finto Allah ottomano.

Noi eravamo Solidus e non finanza e carta moneta. Noi eravamo Eleutheria e non elitarismo. Noi eravamo Dividi et Impera e non schiavitù globalizzata. Noi eravamo Lex e non giochi di potere. Noi eravamo figli di un Pantheon razionale, Teogonia, Filantropia, Filosofia, non Agonia di un Dio suicida protettore dell’iniquità e del male, paravento dietro cui tutti si sentono assolti e redenti. Noi eravamo responsabilità e non predestinazione.

Oggi siamo cadaverici, piangiamo i morti e noi stessi.

Martino Ciano

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...