Anteprima di Latex e biscotti di G. Foderaro

12483156_10206730732919319_1186294154_o

 

La settimana prossima esce Latex e biscotti (Giraldi editore-  http://www.giraldieditore.it/), il nuovo romanzo di Giuseppe  Foderaro. Agnese Crosara è un maître pâtissier. Dopo la formazione a Milano, a Parigi e a Los Angeles, apre la sua pasticceria, Morte deliziosa, a 500 metri da Castel Sant’Angelo, subito dietro al Vaticano, un atelier molto lussuoso, con arredi esotici, barocchi: sete, velluti, trine, merletti. I dolci che confeziona sono richiestissimi, il suo marchio conosciuto. Per lei il piacere del cibo è assimilabile al piacere erotico e al gusto estetico. Ma per fare i conti con le spese sempre più elevate, riprende parallelamente il suo vecchio lavoro di mistress a pagamento (tramite cui aveva pagato la sua formazione), su idea di Jerome, suo cliente, benestante libero professionista, che la finanzia entrando in società con lei. Tra i due nasce uno strano rapporto, una commistione tra affari, sesso e complicità.

«Foderaro tiene inchiodati alle pagine senza scampo o possibile fuga, lega a ogni singola parola utilizzando un linguaggio ipercontemporaneo, carico di richiami a tutta la grande letteratura obliqua e irregolare italiana e straniera. Un Grande Libro, con maiuscole non a caso.» (Francesca Mazzucato).

Le parole di Francesca Mazzucato rendono giustizia alle bellissime pagine di Giuseppe Foderaro.  Latex e biscotti è un romanzo notevole. Giuseppe entra a gamba tesa con una scrittura personale nel mondo dei sensi e della loro percezione fisica. La sua narrazione osa una filosofia della carne come esperienza totale,
Al di là di ogni pregiudizio e dogma le storie che si avvicendano hanno un solo scopo: coinvolgere il lettore nel cuore degli intrecci narrativi che sono molteplici. Intrecci da vivere sulla propria pelle come una grammatica totale dei sensi che tutto rapisce fino all’estasi.
La lettura, come la vita, in queste pagine è esperienza totale che inebria in una lotta sempre aperta tra Epicuro e Nietzsche.

Un libro assolutamente da leggere. Oggi in anteprima qui il primo capitolo.

n.v.

 

IMPERATIVO COMANDA

Mi chiamo Agnese Crosara e sono maître pâtissier diplomata all’Alberghiero di Milano. Ho frequentato un istituto professionale di pasticceria, per poi studiare e conoscere anche
le scuole di pensiero all’estero, facendo apprendistato in tutti gli ambiti: ristorazione, boutique, gelato e cioccolato. Sono stata in laboratorio spalla a spalla per dodici ore al giorno con i migliori mastri pasticceri d’Europa, ho un attestato di specializzazione
conseguito in Francia presso l’École du Grand  Chocolat, e ho frequentato uno stage formativo con Piero Selvaggio al Valentino di Santa Monica, in quel di Los Angeles.
Eppure, nonostante questo, quando ho presentato il mio business plan alla banca per ottenere il finanziamento e aprire la mia pasticceria qui a Roma, i funzionari hanno fatto la stessa faccia che avrebbero potuto avere, che so, se mi avessero colta intenta a uno di quei lavoretti fai da te di cui di solito ti occupi nella vasca da bagno. Alla fine non so se sia stata la riproduzione a grandezza naturale della scultura di Rodin con cui ho vinto il premio a Phoenix, che intendevo mettere in vetrina. O il grafico vertiginoso dei proventi previsti per il primo quinquennio. Ma quando hanno messo la firma sotto quei fogli sembravano tutti e tre gallinacci da allevamento stracolmi di mangime. Tutto merito di Jerome, che mi ha steso il business plan, e di Alonso, che ha realizzato la riproduzione in marmo della scultura. Tra le altre cose, Alonso è quello che ha disegnato l’insegna del Diavolo Dentro, il locale cruising più famoso della capitale, ed è vicepresidente dell’Arcigay. Sapete cosa dice
sempre? Hay algo que sea màs importante que la preservaciòn de la epescie… Secondo lui, insomma, bisognerebbe fare qualcosa al mondo che vada oltre al tramandare i propri geni alle generazioni future. La mia bottega di pasticceria, Morte Deliziosa, è a due passi da Castel Sant’Angelo, a 500 metri dal Vaticano, subito alle spalle della Corte di Cassazione. E i turisti fanno la fila per venire a fotografare la mia scultura del nudo di Rodin.
Sono fornitore ufficiale della Camera dei Deputati, dell’Unità di Crisi della Farnesina, della Pontificia Università Gregoriana e di numerose altre opere pie e santissime università cattoliche. Se solo sapessero chi sono davvero, e che cosa facevo come secondo lavoro per pagarmi le lezioni al corso di maître pâtissier…

(Giuseppe Foderaro, Latex e biscotti,  Giraldi editore, pagine 116 euro 11,50)

Annunci

One thought on “Anteprima di Latex e biscotti di G. Foderaro

  1. Pingback: Anteprima di Latex e biscotti di G. Foderaro su “Zona di disagio” | Il Dinosauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...