L’amore, il mistero che muove tutto

klimt

Agostino scriveva che le azioni degli uomini non si distinguono se non dalle radici dell’Amore.Sull’Amore,  questo profondo, enigmatico, assoluto  punto interrogativo che da sempre  muove misteriosamente il cuore degli uomini attraverso il turbamento  delle  passioni, poeti, filosofi, teologi, mistici hanno scritto un numero infinito di pagine e libri  perdendosi  nel mondo incantato di  questa magica parola che in sé racchiude  la ragione prima  e ultima  che comprende  l’esistenza di tutte le forme più alte del sentimento umano.

Dell’Amore  è stato scritto tutto, sull’Amore e stato  detto di tutto, si è celebrata la sua fine, si è cantata la sua rinascita, si è soprattutto contemplata la natura del suo mistero imperscrutabile che unisce  gli esseri umani  attraverso fortissimi legami  che soltanto la forza della passione può riuscire a spiegare. Quel mistero  è ancora lì, al centro dell’universo, a muovere  il mondo dei legami, a fare e a disfare  le esistenze sempre in attesa di essere colto nel senso della sua comunicazione profonda.

Sull’Amore si continua ancora a scrivere,  la sua essenza è ancora al centro di riflessioni  di scrittori, di filosofi, di poeti che unanimi concordano sull’inevitabile  incisività  della sua rivelazione  che finisce per  guidare la nostra navigazione: è impossibile  concepire un’esistenza senza amore, perché se questo a accadesse saremmo costretti a fare i conti  con la nostra fragilità di essere finiti.

Sulla grandezza dell’Amore, esperienza di vita, esperienza mistica, essenza della vita,  non si dovrebbe smettere di redigere  un dizionario delle passioni, dei sentimenti , del cuore  per vivere avventura intensa  del tempo del sentire  senza il quale  sarebbe impossibile cogliere la quintessenza della Bellezza.

Attraversando duemila anni  di pensiero, non si possono ignorare le idee sull’Amore dei più grandi filosofi, poeti,  scrittori, mistici e contemplatori solitari.

Così scopriamo   le parole d’Amore di Gandhi,  i pensieri di Nietzsche,  leggiamo  le pagine di Plotino e Platone, ascoltiamo  interessati le originali rivelazioni sul sentimento, radice del tutto di James Hillman.

Jung, con la sua solita semplicità scientifica, ha scritto che  l’Amore è un vero mistero. E se uno dei più grandi sapienti degli ultimi due secoli non è riuscito a inquadrarlo né come psicanalista, né come medico, né come storico  del pensiero ermetico e neppure come esploratore dell’interiorità, allora occorre  confessare  un’impotenza  almeno dal punto di vista razionale.

Dalla contemplazione di questo mistero, che unisce e divide gli uomini, che li appaga interiormente, e li fa soffrire, che li consuma  nella passione, e li travolge attraverso il sentimento della perdita, dovrebbe partire l’intenzione di formulare un Dizionario dei sentimenti. Perché che il mistero dell’Amore  nasce dalla nostalgia dell’Uno.

Sono forti le parole di Agostino: «L’amore sta dentro di noi non deve cessare: le opere d’amore devono essere invece  compiute secondo il tempo che conviene».

Qual è il tempo che  segna l’esistenza  di questo mistero  insondabile dell’Assoluto che chiamiamo Amore  e che da sempre è il fondamento, la radice di tutto?

È  il tempo del sentire  che   divide l’esistenza dal non amore, fa  parlare il cuore  che rivela , anche nel lato oscuro delle cose, la necessità di Amore senza il quale  la vita  non avrebbe né consistenza né senso.

L’Amore continuerà ad essere un mistero impenetrabile. Romanzieri, filosofi, mistici   poeti subiranno sempre il suo fascino, cercheranno di coglierne la sua essenza sfuggente rivelando all’uomo comune  sempre  la capitale importanza nella vita di tutti i giorni  delle vibrazioni, romantiche e sentimentali del suo mondo interiore. Perché senza il frutto della passionalità dell’Amore, Lampo del Divino, noi tutti saremmo davvero  costretti  a rinunciare alla traccia d’infinito  della nostalgia .

«Un uomo che non è passato- scrive Carl Gustav Jung, –  attraverso l’inferno delle passioni non le ha mai superate: esse continuano a dimorare nella casa vicina, e in qualsiasi  momento può guizzarne una fiamma che può dar fuoco alla sua stessa casa».

Soltanto il passaggio obbligato  per la purezza spirituale  della passione infuocata  è la  medicina dell’anima che  nutre  lo spirito dell’Amore, il grande mistero per cui vale la pena vivere.

Nicola Vacca

Annunci

One thought on “L’amore, il mistero che muove tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...