Pasolini e gli scrittori alla moda

Pier-Paolo-Pasolini

Questo è l’anno di Pier Paolo Pasolini. Quaranta anni fa lo scrittore fu assassinato. È  partita la macchina celebrativa. Ma come spesso accade nel mondo culturale italiano tutto si veste di conformismo e banalità.

I primi a farsi avanti sono i cosiddetti scrittori alla moda, che come sciacalli si buttano sul cadavere dello scrittore corsaro per mettere in mostra soprattutto il loro ego.

Fiumi d’inchiostro si stanno versando in queste settimane su Pasolini. Si corre il rischio di affogare nella retorica,  o forse siamo già affogati.

Scrittori e giornalisti alla moda riempiono le pagine culturali dei quotidiani e  dei settimanali parlando della teoria dell’omicidio politico di Pasolini,  piuttosto che soffermarsi in maniera dettagliata sulla sua scrittura e sulla sua opera.

Walter Siti qualche settimana fa su La Lettura ha firmato un articolo fiume sull’eredità di Pasolini.

Siti sostiene in prima battuta che non ci sono eredi di Pasolini.Poi arriva a sostenere che un erede di Pasolini potrebbe essere Roberto Saviano, ma anche lui stesso.

Walter Siti proprio non riesce a dismettere i panni dello scrittore alla moda e colleziona castronerie banali come queste per il piacere puro di mettersi in mostra  con tutto il suo narcisismo da salotto.

L’eredità di Pasolini è soprattutto la sua opera. Questo andrebbe detto  e spiegato, magari ricordando lo scrittore, parlando ampiamente dei suoi scritti, piuttosto che gigioneggiare per luoghi comuni  sul mistero che nasconderebbe il suo assassinio.

Ma gli scrittori alla moda sappiamo come sono fatti. Presenzialismo e retorica prima di tutto.

In questi giorni non c’è uno scrittore alla moda che non abbia un libro nel cassetto.

Non  poteva mancare alla fiera della vanità  Carlo Lucarelli che dà alle stampe per i tipi di Rizzoli «PPP. Pasolini un segreto italiano».

Un romanzo-inchiesta sugli ultimi giorni di Pasolini e sugli anni più violenti della nostra storia recente. «Le bombe, le fucilate e le sprangate, e tutto quello che ci sta dietro, sono fatti concreti, azioni umane. Ciò che non sappiamo sta nella mente di qualcuno che non parla. Insomma, non sono Misteri, quelli. Sono Segreti. Segreti Italiani.»

E poi ovviamente lo scrittore torna a quella terribile notte del 2 novembre 1975. E vai con le dette e ridette cose sulla versione dell’omicidio politico del poeta.

Ci piacerebbe che si parlasse di tutto quello che la sua opera ha ancora da dirci e non che si girasse attorno alla sua figura con atteggiamenti da sciacalli.

Lo scrittore alla moda ha sempre nel cassetto un articolo o un  libro sull’omicidio politico di Pasolini.
Anche perché di Pasolini non gliene frega un cazzo, del suo conto in banca invece si.

Nicola Vacca

Annunci

2 thoughts on “Pasolini e gli scrittori alla moda

  1. Concordo pienamente. Pasolini andrebbe fatto leggere durante l’anno, facile farsi grandi sul suo nome. Lui grande intellettuale morto martire, io, intellettuale e scrittore se lo celebro, assumo immediatamente un’aurea di spessore e impegno. Soprattutto basta parlare del “giallo” della sua morte, questo indugiare nel gusto del macabro e del piccolo detective che tanto pubblico italiano ama. Si leggesse Petrolio in televisione alle 20:30 di sera, si mandasse in onda Le 120 giornate di sodoma alle 20:30. I suoi film più duri vengono trasmessi alle 01:00 di notte. E comunque gli artisti e gli intellettuali che scelgono di diffondere Pasolini hanno il dovere di essere prima di tutto spietati con sé stessi, poetici e lucidi al contempo. Raro.
    Grazie per questo tuo intervento. Necessario.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...