La stanza delle letture

Metropoli (1)                   Il romanzo del nostro futuro

Massimiliano Santarossa è uno scrittore che non finirà di stupirmi. Ogni suo romanzo è un affondo nelle trame della realtà. Da «Viaggio nella notte» a «Il Male», lo scrittore friuliano ha raccontato l’umanità e le sue deviazioni distorte con un disincanto lucido che tiene sempre conto delle sorti dell’individuo e del suo passaggio nella Storia.Se nei due romanzi citati, lo scrittore  ha indagato la decadenza dell’Occidente e la disgregazione dell’uomo contemporaneo, in «Metropoli» si sposta, con un nuovo modo di narrare, in un futuro non molto lontano e racconta l’epopea di un uomo alle prese con il nuovo ordine dopo l’apocalisse del Grande Crollo Produttivo.Romanzo distopico che mette in evidenza la definitiva scomparsa dell’umanità e la presenza di un  uovo ordine fondato  sulla privazione definitiva delle libertà e dei diritti.Nel 2035 nulla era rimasto dell’organizzazione precedente: le organizzazioni sociali,  le strutture politiche, gli eserciti e le geografie erano cadute sotto i colpi mortali  del crollo produttivo.Metropoli è il nuovo ordine. Una città che instaura un nuovo regime totalitario di cemento di metallo in cui è bandita ogni forma di libertà. Massimiliano Santarossa ancora una volta affonda la penna nella crisi morale del nostro tempo. Questa volta guarda avanti a un futuro prossimo e alle sue lacerazioni pe lanciare un grido di rivolta nel nome della libertà che va sempre difesa, pena la scomparsa definitiva del genere umano.

Massimiliano Santarossa, “Metropoli”, Baldini & Castoldi, pagine 209,  euro 17

dario                 Il poeta della libertà e dell’amore

Era ora che l’opera poetica di Dario Bellezza ritornasse alla luce. Dalla sua morte a oggi, questo straordinario poeta è stato oscurato e quasi del tutto dimenticato.Un ringraziamento doveroso a Roberto Deidier che  per Mondadori ha curato l’edizione completa di tutte le poesie di Dario Bellezza, definito da Pasolini il poeta migliore della sua generazione.L’edizione comprende tutte le poesie dello scrittore romano (dall’esordio di «Invettive e licenze», avvenuto nel 1971, fino a «Proclama sul fascino», uscito postumo pochi giorni dopo la sua scomparsa). Per la prima volta vengono pubblicate anche poesie inedite, ritrovate tra le edizioni minori e riviste.Roberto Deidier, rispecchiando l’assetto editoriale originario e senza alcuna pretesa di fare un’edizione critica, ripercorre la vicenda poetica di uno degli autori più controversi di fine Novecento che, abbracciando l’eresia e lo scandalo, ha sempre e comunque fatto della poesia una cosa onesta.Dario Bellezza è stato un poeta libero, una voce fuori dal coro che non ha mai rinunciato alla sua fisicità, che non ha mai tradito l’immanenza, l’unico modo di stare al mondo per lottare e affermare le convinzioni libertarie da opporre a tutti gli oscurantismi. Bellezza un poeta e un uomo libero che ha cantato l’amore e le scelte irriverenti che bisogna fare nel suo nome per essere vivi e autentici davvero.

Dario Bellezza, “Tutte le poesie”, Mondadori, pagine 767, euro 20

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...